PASTICCERIA: DOVE FAMIGLIA E PASSIONE SI INCONTRANO

Iginio Massari, noto pasticciere del bresciano di 76 anni, ha partecipato alla seconda inaugurazione dell’evento Cibo a Regola d’Arte insieme alla figlia Debora Massari. Dopo una prima esperienza da panettiere, Iginio ha intrapreso la carriera come pasticcere e lavora tuttora nella sua pasticceria a conduzione familiare, definita dalla figlia una “bottega rinascimentale”. Infatti Debora chiama il padre Iginio “maestro dei maestri”, paragonandolo al famoso pittore cinquecentesco Raffaello, il quale creava e allo stesso tempo diffondeva le proprie conoscenze in modo generoso. Dal canto suo, Iginio, pur non rinnegando il passato per rispetto delle tradizioni, pone un focus soprattutto sul presente, al fine di assicurarci un domani migliore. Nessuno può prevedere il futuro, sostiene, bisogna viversi il momento attuale! E… a proposito di attualità: Debora dichiara che al giorno d’oggi, il numero delle lavoratrici donne rispetto agli uomini è nettamente inferiore, anche se negli ultimi anni si registra un lieve incremento. Ma è stata proprio una donna a mettere Iginio in difficoltà, anche dopo vent’anni di carriera: la madre, la quale crea un “dolce del sentimento”, che ancora oggi per lui è complesso da riprodurre. Si tratta della Millefoglie.  Un’altra sensazione collegabile ai dolci secondo Iginio è la trasgressione, perché è un po’ come cedere alle tentazioni.



Anche se le persone ti danno poco ti danno sempre qualcosa

Iginio massari –

E’ questa la filosofia che Iginio trasmette ai suoi “discepoli”, aggiungendo che le lodi e le critiche sono il mix perfetto in cucina, come nella vita.

-